Alberi monumentali, il MIPAAFT aggiorna il censimento

  • Comune:
  • Provincia:
  • Codice ISTAT:
  • Abitanti:
  • Superficie:
  • Densità:
  • Altitudine:
  • Sindaco:
  • Sito web:
Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo (MIPAAFT) ha aggiornato il censimento del patrimonio arboreo monumentale italiano, con l’aggiunta di 332 nuove iscrizioni, che portano l’elenco a 2.734 alberi o sistemi omogenei di alberi. Le nuove iscrizioni sono relative alle aree del Lazio, della Lombardia, del Molise, del Piemonte e della Sardegna e sono state il frutto di un’intenza attività realizzata dal Ministero in sinergia con Regioni, Province Autonome e Comuni.  

Cosa sono gli alberi monumentali 

Gli alberi monumentali sono esemplari che si contraddistinguono per un elevato e importante valore biologico ed ecologico (età, dimensioni, morfologia, rarità della specie ecc), storico, culturale e religioso, che ricoprono nei vari contesti territoriali, per la capacità di rappresentare e dare identità e bellezza estetica al paesaggio. Tra le specie più rappresentative ci sono cedri e platani insieme a querce, bagolari, ippocastani, tassi, gelsi e pioppi.

Come presentare una richiesta di inserimento in elenco

A livello nazionale una legge del 2013 detta le «Disposizioni per la tutela e la salvaguardia degli alberi monumentali, dei filari e delle alberate di particolare pregio paesaggistico, naturalistico, monumentale, storico e culturale» e il decreto interministeriale del 23 ottobre 2014 stabilisce le competenze e le modalità per la realizzazione dell’elenco degli alberi monumentali d’Italia. Sul sito www.politicheagricole.it, è stata creata un’apposita sezione dedicata agli alberi monumentali, dove sono indicate caratteristiche e geolocalizzazione dei «monumenti» verdi, con aggiornamento costante.  

I criteri adottati

L’elenco degli alberi monumentali, appartenenti a specie autoctone e alloctone, è costituito da individui singoli, filari, gruppi e alberature, radicati in contesti agro-silvo-pastorali o urbani. L’approccio valutativo che ha portato all’attribuzione del carattere di monumentalità e quindi all’iscrizione in elenco è stato attento non solo al contesto ambientale, ma anche a quello storico e paesaggistico in cui l’albero o il sistema omogeneo di alberi insiste. E con decreto del 9 agosto è stato approvato il primo aggiornamento dell’elenco.

Di seguito il censimento riguardante la regione Abruzzo: ABRUZZO_299_09.08.18

 
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

COMMENTS