La Regione Abruzzo sblocca la vendita degli articoli di cancelleria nei supermercati. La “Battaglia del pennarello” ha avuto successo.

  • Comune:
  • Provincia:
  • Codice ISTAT:
  • Abitanti:
  • Superficie:
  • Densità:
  • Altitudine:
  • Sindaco:
  • Sito web:
Dopo lʼappello di molte mamme – a cui avevamo dato voce come Anci Abruzzo – perché fossero aggiornate le tipologie di merce di possibile vendita, la commercializzazione di materiale da cancelleria, sempre più necessario per i bambini impegnati in queste settimane con la didattica online, è stata consentita con l’Ordinanza della Regione Abruzzo n. 22. I diritti dell’infanzia con i loro bisogni inderogabili, quello per esempio di poter comprare un quaderno su cui fare i compiti, ha finalmente ,un suo primo positivo approdo. I supermercati torneranno a vendere oggetti di cartoleria, quaderni, pennarelli, penne e tutto ciò che serve per rendere anche meno «gravosa» la permanenza a casa di tanti bambini. Le cartolibrerie ed esercizi commerciali, che da Decreto devono mantenere i locali chiusi al pubblico, possono proseguire la vendita di questi prodotti di cancelleria per corrispondenza o con consegna a domicilio. Ringraziamo la Regione Abruzzo per la sensibilità dimostrata alla tematica.

Il Presidente Anci Abruzzo, Gianguido D’Alberto

In allegato, l’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 22 del 3 aprile 2020Emergenza COVID–19. Indicazioni sulla vendita di cancelleria e materiale da ufficio

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

COMMENTS