Rilevazione attività di cooperazione allo sviluppo dei Comuni nel 2019, Nicotra scrive ai sindaci

  • Comune:
  • Provincia:
  • Codice ISTAT:
  • Abitanti:
  • Superficie:
  • Densità:
  • Altitudine:
  • Sindaco:
  • Sito web:

Una pagina web sul sito dell’Anci dedicata alla raccolta on line delle attività di cooperazione allo sviluppo per il 2019 nei Comuni italiani. Ad informare direttamente i sindaci dell’iniziativa è il segretario generale dell’Anci, Veronica Nicotra, tramite una lettera a tutti i primi cittadini “All’interno della pagina – spiega Nicotra – si trovano i documenti trasmessi dal MAECI e si accede al questionario di rilevazione con la Password APS2019 e alle istruzioni per la compilazione. Il 31 gennaio è il termine previsto per consentire il rispetto dei seguiti di competenza del MAECI nei confronti dell’OCSE e del Parlamento italiano”. “La raccolta – prosegue Nicotra – si realizza nel quadro dell’Intesa del 2015 con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale –MAECI- e il Dipartimento degli Affari regionali della Presidenza del Consiglio e serve per la Relazione annuale al Parlamento e per la notifica annuale sulle attività di cooperazione allo sviluppo finanziate con fondi pubblici – APS- al Comitato per l’Aiuto Pubblico allo Sviluppo della Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico-OCSE/DAC. Il DAC è il luogo di confronto, elaborazione e coordinamento delle attività internazionali di supporto allo sviluppo sostenibile per monitorare l’effetto delle strategie concordate e lo specifico contributo dell’Italia e degli altri Paesi membri al riequilibrio dello sviluppo, anche al fine del raggiungimento dell’impegno assunto nell’Assemblea dell’ONU del 2000 e rinnovato con l’adozione dell’Agenda 2030″. La rilevazione include i fondi propri dei Comuni utilizzati per l’assistenza ai rifugiati e richiedenti asilo nei primi 12 mesi di permanenza in Italia, (non i finanziamenti del Ministero dell’Interno), così come altre attività in Italia quali la informazione e la sensibilizzazione della cittadinanza sul tema della cooperazione allo sviluppo, e che comprende anche i costi di funzionamento e di personale della struttura comunale impegnata nelle attività di cooperazione internazionale allo sviluppo. Gli Uffici dell’Anci restano a disposizione per ogni chiarimento all’indirizzo info.internazionali@anci.it, insieme agli uffici della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo indicati nella Guida alla notifica.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

COMMENTS