Seguici su:
Facebook
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Metodi e strumenti per attrarre il personale e rafforzare gli organici dei Comuni

PROGRAMMA

Destinatari: Segretari e direttori generali, amministratori, dirigenti, responsabili e funzionari dell’area risorse umane.

Ore 9.30 – registrazione partecipanti

Ore 9.45

Introduce: Gianguido D’Alberto, Sindaco di Teramo e Presidente di ANCI Abruzzo

Modera: Agostino Bultrini, Responsabile dell’area Personale e Relazioni sindacali dei Comuni e delle Città metropolitane Ricerche e Progetti di rafforzamento delle competenze del personale, ANCI

Docenti

Giuseppe Canossi, Esperto in management della PA e gestione del personale

Alberto Di Bella, Esperto in materia di personale degli Enti locali

 

10:00 – 11:30 – Il Fondo delle risorse decentrate

La materia relativa alla provvista di risorse finanziarie che ciascuna amministrazione destina ai trattamenti economici del personale è particolarmente delicata. Obiettivo del seminario è trasferire le indicazioni operative utili ad attuare in modo corretto le disposizioni del nuovo CCNL in merito ai seguenti fondamentali aspetti: la costituzione del Fondo risorse decentrate di parte stabile; l’integrazione del fondo con risorse di natura variabile; il rispetto dei limiti normativi dei trattamenti economici accessori; le risorse non soggette a limitazioni; i trattamenti accessori dei titolari di incarichi di Elevata Qualificazione.

Argomenti

  • Gli incrementi delle risorse decentrate stabili in deroga al limite di cui all’art. 23, comma 2, del D.Lgs. n. 75/2017.
  • Le risorse decentrate variabili non soggette al limite di spesa di cui all’art. 23, comma 2, del D.Lgs. n. 75/2017.
  • La correlazione tra Fondo risorse decentrate e Fondo per la retribuzione di posizione e di risultato per i titolari degli incarichi di EQ, agli effetti del rispetto del limite di spesa di cui all’art. 23, comma 2, del D.Lgs. n. 75/2017 ed in merito alle modalità di ripartizione tra detti Fondi dello stanziamento variabile incrementale dello 0,22% del monte salari 2018.
  • L’utilizzo del fondo.
  • Il fondo della dirigenza.

Coffe break

11:45 – 13:30 – La crescita professionale: Progressioni economiche e progressioni verticali, Elevate qualificazioni

Il modulo offre un approfondimento sui principali strumenti a disposizione del datore di lavoro pubblico per definire i percorsi di crescita professionale dei propri dipendenti e dell’importante leva organizzativa degli incarichi di elevata qualificazione.

Argomenti:

  • Le progressioni economiche e di carriera
  • Le progressioni economiche nel nuovo ordinamento
  • I requisiti di accesso e i criteri di valutazione
  • Le progressioni in chiave di programmazione pluriennale e i riflessi sulla gestione dei fondi decentrati
  • Le progressioni verticali in deroga (2023/2025): criteri, requisiti di accesso, 0,55% monte salari 2018 e relazione con le ordinarie facoltà assunzionali
  • Le progressioni verticali ordinarie: criteri, requisiti di accesso e relazione con il piano dei fabbisogni di personale
  • Gli incarichi di elevata qualificazione
  • Gli incarichi di EQ nel nuovo ordinamento
  • Le EQ a scavalco condiviso
  • Le EQ a scavalco di eccedenza
  • La graduazione delle EQ a scavalco nel nuovo CCNL 2019/2021

Light lunch

14:30-16:00 – Nuove regole, strumenti e opportunità per rafforzare gli organici

Il modulo offre una panoramica delle modifiche normative intervenute nell’ultimo triennio che consentono la velocizzazione delle procedure ed un rafforzamento della capacità amministrativa nella progettazione e gestione dei concorsi.

Saranno illustrate le modifiche al D.P.R. 487/94 e le innovazioni introdotte per favorire la digitalizzazione e semplificare il processo di reclutamento, oltre a nuove opportunità che possono stimolare forme di collaborazione tra più enti come le selezioni uniche per la creazione di elenchi di idonei.

  • Le modifiche del D.P.R. 487/94
  • Le procedure ordinarie
  • Le assunzioni di personale per l’attuazione del PNRR
  • Le selezioni uniche per la creazione di elenchi di idonei
  • Le opportunità del welfare integrativo

 

Programma